Federica, guida turistica senza stranieri: “Tour artistici e degustazioni a tema per i romani”

di Giulia SegnaFederica Tore, 37enne romana e guida turistica, non può più contare sui grandi gruppi di stranieri né sui tradizionali itinerari di visita: le limitazioni governative anti-Covid hanno messo a dura prova il suo lavoro, ma la passione e l’intuito l’hanno portata a escogitare un nuovo modo di raccontare l’arte.

Passeggiate tra i vicoli di Roma

Laureata in storia dell’arte e innamorata della sua Roma, Federica Tore ha sempre lavorato come guida turistica per visitatori di tutto il mondo, destreggiandosi tra i siti artistici e culturali più noti della città: il Colosseo, Piazza Navona, i Fori imperiali e San Pietro.

“L’arte è sempre stata lo specchio della società in cui è stata prodotta” spiega a B-hop, “ed è un buon mezzo per riuscire a comprendere la storia in maniera divertente”.

Non può farne a meno, glielo si legge negli occhi. Eppure, per un po’ ha dovuto rinunciarci: il lockdown della scorsa primavera l’ha costretta a casa, lontana dai tour, dai racconti, dalle camminate nei meandri della storia romana.

Ci ha riprovato in estate, quando era permesso uscire in strada e fare piccoli gruppi, ma le cose non andavano comunque. Poco lavoro, poco guadagno, tanta frustrazione.

Tour “I murales di Tor Marancia”

Poi, la voglia di riprendere la sua vita in mano e la passione per il suo lavoro l’hanno spinta a sperimentare qualcosa di completamente nuovo: “ho rispolverato le passate esperienze professionali con la Onlus Isola che c’è e BM Tour, dalle quali ho imparato l’organizzazione di attività culturali urbane, quindi ho iniziato a pensare ad una serie di itinerari tematici, da proporre alle persone del posto, in modo originale”.

Roma vista dall’alto“, “Garbatella tra architettura e street-art“, “I palazzi della politica“, “Il secolo d’oro, tra artisti e cortigiane sono alcuni dei tour innovativi inventati da Federica.

“Io stessa sto riscoprendo cose lasciate nel dimenticatoio a forza di lavorare tra Colosseo, Musei Vaticani e Piazze che ormai conosco come le mie tasche! Sono contenta di lavorare con italiani, anzi per lo più romani, dando un piccolo contributo alla valorizzazione e la conoscenza del nostro territorio”.

Tour “Roma vista dall’alto”

I tour sono pensati proprio per i cittadini romani, che vivono la città ogni giorno ma non la conoscono mai abbastanza: mille segreti sono nascosti nei vicoli in ombra, nelle storie dei personaggi meno noti, sui tetti dei palazzi, nei dipinti poco conosciuti, nelle leggende tramandate.

Ad arricchire l’esperienza, le degustazioni a tema con cui si combinano i percorsi, organizzate nel rispetto delle normative anti-Covid presso alcuni locali con cui Federica sta collaborando, come il ristorante Sant’Anna in zona Piazza Argentina.

Alla conclusione del tour sugli artisti e le cortigiane rinascimentali, per esempio, è possibile assaggiare un tipico pasto dell’epoca, così la storia ha tutto un altro sapore!

Degustazione rinascimentale

***

Questo articolo e tutti gli articoli pubblicati da B-hop magazine sono originali e tutelati dal diritto d’autore. Per chiedere l’autorizzazione alla pubblicazione dei contenuti su altri siti o blog, riproduzione in qualsivoglia forma o sintesi, contattare [email protected] e citare l’autore con link alla fonte.

  • Se sei arrivato fino in fondo e ti è piaciuto questo articolo….

Newsletter

Giulia Segna

Giulia Segna

Faccio ricerca nel campo delle relazioni interculturali. Ho 29 anni, di Roma. Mi diverto a osservare, ascoltare e annotare la realtà che mi circonda: la vita è colorata di infinite sfumature ma per riuscire a vederle bisogna rallentare e concedersi il giusto tempo. Io B-hop perché... pensare e diffondere positività è la chiave per vivere felici, tutti.