Weekend d’autunno: i Giardini di Ninfa, come fare un viaggio in Irlanda

di Margherita Vetrano – L’escursione ai Giardini di Ninfa è come fare il giro del mondo!

Immersi nel verde della provincia di Latina, a pochi chilometri dal comune di Sermoneta, i Giardini di Ninfa sono un monumento naturale, che celebra la perfetta commistione tra l’uomo e la natura.

Voluti dal nobile Gelasio Caetani, nel 1921, i giardini sorgono sui ruderi del sito medioevale della città di Ninfa.

Il fiume Ninfa (credits: N.Razzino)

Gli stessi ruderi sono stati restaurati ed inglobati all’interno dell’area del giardino, progettata secondo il modello inglese.

Attraversati dal fiume Ninfa, sono un monumento naturale.

Ma sono anche un rigoglioso orto botanico ed un monumento alla Bellezza.

Foresta di bambu – credits: M.Vetrano 

Dall’acero americano al bambù cinese le specie ospitate sono innumerevoli e donano ai Giardini un’aura magica.

Visitabili dalla primavera all’autunno, solo su prenotazione, immergono il visitatore in un’atmosfera da fiaba.

Una visita non basta poiché ad ogni stagione fiori e piante cambiano manto ed offrono uno spettacolo di colori impareggiabile.

Dalle tinte pastello in primavera ai colori brillanti in estate, lo spettacolo è unico.

Con la pioggia autunnale – credits: N.Razzino 

Persino la pioggia autunnale fa perdonare umidità e scarpe inzaccherate, trasportando il visitatore in una Irlanda ancestrale.

E’ così che ho visitato per la prima volta questo luogo. A dispetto delle previsioni alluvionali, ho onorato la visita, accorgendomi che non ero sola.

Molti erano accorsi per un percorso che dura poco più di un’ora.

Il chiacchiericcio allegro dei bambini, confuso con la voce della pioggia, ora battente, ora più clemente, mi ha avvolta in una giornata surreale.

…”con un crepitio che dura e varia nell’aria secondo le fronde più rade, men rade”

 La magia offerta dalla natura è stata un bagno catartico e dilavante di ricircolo emozionale.

L’occhio si è perso oltre il rumore e la bruma autunnale ha isolato il pensiero.

La commistione di odori, suoni e colori perdura nella memoria. 

Ninfa non è oggi ma è ogni volta che si vorrà tornare.

L’elemento antropico si fonde perfettamente nell’atmosfera di Ninfa – credits: N.Razzino 

Giochi d’acqua, siepi e viottoli indicano i passi.

Guide in loco illustrano le aree di pertinenza con dettagli botanici e curiosità storiche.

I Giardini di Ninfa sono un’escursione preziosa, uno spazio fuori dal tempo in cui perdersi nella contemplazione della natura.

***

Questo articolo e tutti gli articoli pubblicati da B-hop magazine sono originali e tutelati dal diritto d’autore. Per chiedere l’autorizzazione alla pubblicazione dei contenuti su altri siti o blog, riproduzione in qualsivoglia forma o sintesi, contattare [email protected] e citare l’autore con link alla fonte.

  • Se sei arrivato fino in fondo e ti è piaciuto questo articolo….
  • Oppure puoi fare una donazione via PayPal all’associazione di promozione sociale B-hop semplicemente cliccando su questo link: https://www.paypal.me/bhopmagazine

Newsletter

Margherita Vetrano
Margherita Vetrano

Margherita Vetrano

classe ’73, mi formo all’Università dell’Aquila con studi economici ed attualmente lavoro a Roma dove vivo con il marito e i tre figli. Io B-hop perché...non c'è altra bellezza che fare ciò che ci fa star bene: scrivere notizie positive per raccontare il "mondo migliore".