#iorestoacasa: non ce la fai a stare fermo? Allora dai che si balla!

(di Massimo Lavena – disegni di Francesca Sanna) – #iorestoacasa ovvero: non ce la farai a stare fermo, allora dai che si balla.

Giorno 2 – Allegro Piroettare

Stai scoprendo che 4 mura sono sempre 4 mura. Ma la casa sembra vuota, nonostante la tua stazza non certo silfidea. Cerchi di organizzarti. Cerchi di capire dove, come, e quando ti finiranno le scorte di cibo (che tanto sei a dieta, lo sai che la gente non ci crede, ma sei a dieta). Controlli le medicine, se ci son tutte. Fai la conta dei detersivi e dei panni per lavare. Ma non stai andando in guerra.

Ti senti un po’ imbecille: per una volta che tu sei sano (parola grossa) ti senti ingabbiato. Vorresti esser cinico, infischiartene degli altri, continuare la tua vita, ma sei solo, il mondo intorno a te ha paura, ed anche tu ce l’hai.

dancing in the room @FranSann a2020

Allora ti metti comodo ad osservare gli uccellini, ohhh quanti ce ne sono, e si sentono, in quella irreale situazione sonora che si vive in questi giorni.

Tra un Ciip ed un Craa ci scappa una fischiatina e ti viene voglia di muoverti, tu che sembri uno degli ippopotami disneyani, ma che in quanto a grazia e leggiadria, wow, nessuno ti tiene il passo (affannato anzichenò).

E allora ti metti a frugare nella scarsa discoteca che hai in questa solitaria magione. E tiri fuori un cd dei B52’s, e lo spari a palla piroettando selvaggiamente alla facciaccia di sto’ virus.

Ballare e pensare che sarà bello ballare tutti insieme. Si, è bello ballare insieme, stretti stretti. Vai con la musica!

#iorestoacasa

***

Questo articolo e tutti gli articoli pubblicati da B-hop magazine sono originali e tutelati dal diritto d’autore. Per chiedere l’autorizzazione alla pubblicazione dei contenuti su altri siti o blog, riproduzione in qualsivoglia forma o sintesi, contattare [email protected] e citare l’autore con link alla fonte.

  • Se sei arrivato fino in fondo e ti è piaciuto questo articolo….

 

 

Massimo Lavena
Massimo Lavena

Massimo Lavena

Cagliaritano, nato il giorno della befana del 1966. Io b-hop perché ho sempre amato mangiare e cucinare, la musica, lo sport, il cinema. Sogno un giorno di andare in Namibia, o nella Terra del Fuoco, o nello Saskhatchewan, o in Nuova Zelanda. Sognavo anche di andare nelle Isole Svalbard, ma adesso è vietato, troppi orsi bianchi! E non essendocene in Sardegna non saprei come comportarmi.