“Cerchi di mamme”, un aiuto virtuale ma concreto nato durante il lockdown

(di Margherita Vetrano). Nato durante il lockdown per sostenere le mamme in gravidanza e le neo-mamme, Cerchi di mamme” è un aiuto alle mamme virtuale ma concreto.

La pagina FbCerchi di mamme” si ispira ad una filosofia di maternage naturale; sostegno psicologico, confronti, suggerimenti per l’accudimento del piccolo e per la salute della mamma.

Cerchi di mamme” è stato concepito come progetto limitato al periodo della quarantena.

E’ nato il 29 marzo 2020 dall’esigenza di affiancare le mamme che non potevano più seguire i corsi pre-parto, sospesi durante la pandemia.

Ha avuto un buon successo di pubblico, tanto che le sue fondatrici hanno deciso di continuare l’esperienza anche successivamente.

Sulla loro pagina ci si incontra, ci si racconta e ci si scambiano pareri, domande ed opinioni.

In tempi di quarantena è stato un importante punto di riferimento, soprattutto per le donne alla prima esperienza di maternità.

Jasmine Piraino 
Martina Loppa 
Valeria Guglielmotti 

Il team è composto da Jasmine Piraino e Martina Loppa (psicologhe), Karin De Lucia (ostetrica) e Valeria Guglielmotti (consulente babywearing o portare in fascia).

Donne e mamme si sono incontrate e dalle proprie sinergie hanno estratto un concentrato positivo di energia da condividere con il mondo genitoriale.

Karin De Lucia

Cerchi di mamme” nasce come un gruppo che senza soluzione di continuità si alimenta delle reciproche esigenze e differenze.

Un cerchio perfetto in cui ci si stringe in un abbraccio virtuale guardandosi negli occhi e cercando una soluzione comune.

La forza nasce dalla condivisione.

Aver teso la mano in un momento così difficile, che ha rischiato di relegare la gravidanza o la genitorialità ad un limbo di solitudine ed isolamento, è stata la chiave del successo

“Nel cerchio ci sono professionalità che si concentrano sulla sfera emotiva e corporea.

Esse sottolineano l’importanza di una individualità globale, composta da emozioni e fisiologia, che insieme creano la persona, spiega a B-hop magazine Valeria Guglielmotti, specialista babywearing e mamma del piccolo Dario.

“L’aspetto innovativo è la continuità degli incontri live, gratuiti, ideati con il desiderio di far sentire meno pressante la distanza.

La consapevolezza di poter chiedere aiuto e sostegno anche da lontano, di trovare un confronto reale, ha fatto percepire meno il peso dell’isolamento”.

Il messaggio di “Cerchi di mamme” è di riconoscere quanto ognuno di noi sia chiamato ad essere resiliente usando e trovando strumenti per il proprio benessere.

Per questo motivo è necessario ridefinire e strutturare il tempo e lo spazio intorno a noi.

Cerchi di Mamme” non è solo un’isola felice ma il filamento di una fitta rete di solidarietà, nata proprio in questo periodo: la “Comunità Solidale di Velletri”, con professionisti che si occupano di persone interessate e bisognosi.

***

Questo articolo e tutti gli articoli pubblicati da B-hop magazine sono originali e tutelati dal diritto d’autore. Per chiedere l’autorizzazione alla pubblicazione dei contenuti su altri siti o blog, riproduzione in qualsivoglia forma o sintesi, contattare info@b-hop.it e citare l’autore con link alla fonte.

  • Se sei arrivato fino in fondo e ti è piaciuto questo articolo…

Margherita Vetrano

classe ’73, mi formo all’Università dell’Aquila con studi economici ed attualmente lavoro a Roma dove vivo con il marito e i tre figli. Io B-hop perché...non c'è altra bellezza che fare ciò che ci fa star bene: scrivere notizie positive per raccontare il Mondo Migliore.
Margherita Vetrano

Margherita Vetrano

classe ’73, mi formo all’Università dell’Aquila con studi economici ed attualmente lavoro a Roma dove vivo con il marito e i tre figli. Io B-hop perché...non c'è altra bellezza che fare ciò che ci fa star bene: scrivere notizie positive per raccontare il Mondo Migliore.