Tag Archives: sicilia

A Palermo l’arte rigenera le periferie. Venti giorni di eventi alla rassegna “OltreOreto”

Undici artisti siciliani tra affermati ed emergenti per promuovere con l’arte e la creatività l’inclusione sociale della periferia urbana. E’ OltreOretola prima rassegna di arte e rigenerazione urbana realizzata nella periferia di Palermo, situata al di là del fiume simbolo della città. L’obiettivo è quello di favorire il dialogo interculturale e la coesione sociale attraverso la realizzazione di interventi artistici e laboratoriali nel campo delle arti visive e della musica.

“Salvare la lingua siciliana”: la mission dei giovani attivisti di “Cadèmia siciliana”

(di Patrizia Caiffa) – Una mappatura della lingua siciliana contattando i “parlanti” tramite le nuove tecnologie e i telefonini. Un Atlante interattivo on line dove si potranno ascoltare frasi e parole in siciliano. Video e strumenti didattici per i discendenti degli emigrati siciliani che desiderano ritrovare in questo modo le proprie radici. Consulenza linguistica per commercianti e imprenditori. E’ l’innovativo e ambizioso progetto per salvare la lingua siciliana (guai a dire “dialetto”) di un gruppo di giovani studenti, ricercatori e docenti dell’associazione “Cadèmia Siciliana”.

Francesco, il musicista-contadino che coltiva l’orto naturale con bio-forca e coccinelle

(di Patrizia Caiffa) – Francesco Barberio è un cantante e musicista siciliano. Suona e canta da 20 anni, insieme alla sua band, girando tutta la Sicilia orientale durante feste, matrimoni, eventi. Il lavoro non manca. Eppure Francesco ha nel cuore una semplice e antica passione che non si placa: l’amore per la terra, per i suoi prodotti sani e genuini. E preferisce vivere secondo i ritmi della natura. E’ così che, a Giardini Naxos, con vista Etna, inizia il suo “OrtoNatura“, usando sementi autoctone che coltiva con metodi naturali e sinergici.

Grani antichi: a Novara di Sicilia il fascino e la magia dell’ultimo mulino ad acqua ancora attivo

(di Patrizia Caiffa) – A Novara di Sicilia, uno dei borghi più belli d’Italia in provincia di Messina, è possibile vivere il fascino delle tradizioni antiche in uno degli ultimi mulini ad acqua esistenti in Italia e ancora attivi. Non solo: il mulino detto “giorginaro” (dal nome della zona), costruito nel Quattrocento, è oggi all’avanguardia per la produzione di farine da grani antichi siciliani, tra i cibi di più alta qualità riscoperti di recente.

Viaggi: l’isola di Favignana in autunno, un mare di piacevoli scoperte

di Patrizia Caiffa – Ci sono località belle e poetiche da visitare a passo lento, lontano dalla “pazza folla” dei giorni estivi. In primavera o, ancora meglio, al debutto dell’autunno. Una di queste è l’isola di Favignana, la più grande delle Egadi, in Sicilia. Insieme alle altre isole abitate, Marettimo e Levanzo, può rappresentare un luogo dell’anima, dove convivono scenari naturali spettacolari, mare stupendo e tradizioni antiche.

15 richiedenti asilo e un corto d’animazione sul mondo del lavoro: è il progetto “Funkino”

Possono bastare 5 minuti per trasmettere empatia e (speriamo) smontare qualche pregiudizio. 5 minuti è la durata del corto di animazione Funkino, un progetto innovativo che coinvolgerà 15 richiedenti asilo e rifugiati accolti a Palermo e un virtuoso team di giovani creativi che usano l’arte per creare integrazione.

Grani antichi contro mafie e siccità: Terre di Palike è la Sicilia generosa che non si arrende

Nella rivoluzione agricola che si sta compiendo in tutta la Sicilia c’è chi regala sementi di grani antichi e know how agli agricoltori in difficoltà. Accade a Paternò, Contrada Sciddicuni, nella Valle del Simeto vicino Catania. Qui c’è la piccola comunità rurale Terre di Palike, basata sull’agricoltura naturale priva di sfruttamento del suolo e di manodopera, che da 6 anni lotta per la tutela del territorio e delle radici culturali.

Musica: “Fatti di terra”, il nuovo cd di Giana Guaiana e Pippo Barrile

(di Patrizia Caiffa) – Un inno alle meraviglie della terra ma anche un grido di rabbia contro le storture e le ferite provocate dagli uomini: è l’ultimo lavoro artistico dei cantautori e musicisti Giana Guaiana e Pippo Barrile. Un sodalizio artistico e sentimentale iniziato nel 2012 che ora si concretizza nel nuovo cd “Fatti di terra”, uscito in questi giorni.