Tag Archives: parigi

Arte: “Floating Piers”, la passerella galleggiante e il miracolo di Christo sul Lago d’Iseo

Il 18 giugno, sul Lago d’Iseo, il famosissimo artista bulgaro Christo potrà finalmente realizzare una delle sue più grandi utopie artistiche: i “Floating Piers“. L’artista, nel corso di alcuni decenni, aveva già provato a farsi autorizzare l’opera, prima in Argentina, sul Rio de la Plata e successivamente in Giappone, ma senza successo. Ora finalmente, grazie ai comuni del Lago d’Iseo, la passerella galleggiante, lunga oltre 4 chilometri, permetterà ai visitatori di “camminare sull’acqua”.

L’integrazione comincia a scuola: un concorso per studenti delle medie e superiori

Cop21: Oxfam, il 10% della popolazione più ricca produce il 50% delle emissioni di CO2

Il 10% della popolazione più ricca del pianeta è responsabile del 50% delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, mentre la metà più povera della popolazione mondiale – circa 3,5 miliardi di persone – ne produce solo il 10%, pur essendo la prima vittima di alluvioni, siccità e altri cataclismi legati agli effetti dei cambiamenti climatici. A denunciarlo è il nuovo rapporto di Oxfam “Disuguaglianza climatica”, che fornisce nuove stime e dati sui livelli di emissioni legati ai modelli di consumo dei cittadini nei paesi ricchi e poveri. Il rapporto è stato diffuso durante la Cop 21 in corso a Parigi.

Dopo Parigi: giochi d’illusione sulla guerra e sul futuro dell’Europa?

L’illusionismo è un’arte solitamente eseguita come forma di spettacolo d’intrattenimento dove l’artista, comunemente detto mago, crea effetti apparentemente magici usando trucchi fisici, visivi e psicologici. Il suo compito è quello di creare l’illusione di un accadimento magico nella mente dello spettatore, generando in lui un sentimento di meraviglia, di inatteso. In realtà, l’illusionista studia la psicologia umana per trovare quelle falle attraverso cui può “introdursi”.

Parigi: “Ti aspetti che la città sia chiusa e invece…la vita. Ma questa volta di più”

dalla nostra corrispondente a Parigi – Era un venerdì come un altro di una tiepida giornata di fine autunno, in una delle città più belle del mondo. Era un venerdì da passare a teatro, ad un concerto, allo stadio perché no, ho trovato due biglietti, ci vediamo a “Répu” prendiamo un bicchiere, ancora non l’hai provato il cambogiano sul canale?

Nella storica sala romana “Azzurro Scipioni”, quando il cinema d’autore è arte pura

C’è un posto a Roma che, all’amante del cinema d’autore, può far dimenticare immediatamente la depressione post vacanze. Quel posto, quel cinema, si chiama Azzurro Scipioni e si trova nell’omonima via, nel centralissimo quartiere Prati. La sala è sorta grazia ad un’apparizione, quella che fece in sogno Charlie Chaplin a Silvano Agosti, regista, sceneggiatore, scrittore e anima dell’ Azzurro Scipioni.

Una sera alla Comédie Française: 300 anni dopo qui il teatro vive ancora (e bene)

(dalla nostra corrispondente a Parigi) – Domenica sera. Piove.  Place Colette, a pochi passi dal museo del Louvre. Un mucchietto di persone assemblate davanti al palazzo d’angolo. È una serata da teatro. Questo bel palazzo porticato di fronte al Palais-Royal è la sede della Comédie Française, il primo teatro di Stato della storia moderna.

La marcia di Parigi: una sceltà di vitalità e democrazia

dalla nostra corrispondente a Parigi – “Qui sommes nous? Tous Charlie! Qui sommes nous? Tous Charlie!”. Questo il grido che ha scandito i passi della più imponente manifestazione che la Francia ricordi, organizzata domenica a Parigi in risposta agli attacchi terroristici che sono costati la vita a 17 persone. Uomini e donne di tutte le età e di tutte le provenienze, bambini, anziani, persino disabili si sono ritrovati a place de la République per una impegnativa marcia in nome della libertà di espressione.