Tag Archives: mare

Maldive: stato di emergenza ma turisti al sicuro. Nell’isola di Feridhoo un paradiso autentico

(reportage di Patrizia Caiffa) – Feridhoo, alle Maldive, è l’isola che non c’è. E’ alla portata di tutti, o quasi, se si ha la possibilità di risparmiare per farsi un dono bello e speciale. Un’isola aperta al turismo solo da due/tre anni, dove i viaggiatori possono assaporare piccoli dettagli della vita autentica dei maldiviani e allo stesso tempo godere di ciò che tutti vanno a cercare da quelle parti: sole, acque azzurre e cristalline, spiagge bianche e palme da cartolina, pesci tropicali e coralli, relax, immersione totale nella natura e nei suoi ritmi marini. Senza fare finta di non accorgersi di quanto sta accadendo nella vita sociale e politica di un Paese e dei suoi abitanti.

Viaggi: l’isola di Favignana in autunno, un mare di piacevoli scoperte

di Patrizia Caiffa – Ci sono località belle e poetiche da visitare a passo lento, lontano dalla “pazza folla” dei giorni estivi. In primavera o, ancora meglio, al debutto dell’autunno. Una di queste è l’isola di Favignana, la più grande delle Egadi, in Sicilia. Insieme alle altre isole abitate, Marettimo e Levanzo, può rappresentare un luogo dell’anima, dove convivono scenari naturali spettacolari, mare stupendo e tradizioni antiche.

Musica: “Fatti di terra”, il nuovo cd di Giana Guaiana e Pippo Barrile

Un inno alle meraviglie della terra ma anche un grido di rabbia contro le storture e le ferite provocate dagli uomini: è l’ultimo lavoro artistico dei cantautori e musicisti Giana Guaiana e Pippo Barrile. Un sodalizio artistico e sentimentale iniziato nel 2012 che ora si concretizza nel nuovo cd “Fatti di terra”, uscito in questi giorni.

Dal Camerun all’Italia, la storia di Roland: ora informa i migranti sui pericoli del viaggio

Cosa vuol dire essere costretti a fuggire perchè perseguitati e poi attraversare il Niger, vivere in Mali e in Algeria? E poi la Libia e il viaggio su un vecchio gommone che fa acqua fino a Lampedusa, con altri 130 migranti? Ce lo racconta Roland Albert Djomeni, 34 anni, del Camerun, descrivendo con commozione, con infiniti dettagli, i motivi che l’hanno spinto ad affrontare, l’autunno scorso, il durissimo viaggio che fanno tanti migranti forzati.

Viaggio in Birmania, il paese delle pagode d’oro e dei sorrisi felici: dal lago Inle al mare (4)

Quarta e ultima tappa di questo viaggio di 18 giorni che ci ha portato a visitare alcune delle località più belle della Birmania (Myanmar). Dopo avervi raccontato Yangon, Mandalay e dintorni, e i templi di Bagan, dedichiamo gli ultimi scampoli di vacanza ad uno dei luoghi più affascinanti del paese asiatico, il lago Inle e la vicina grotta di Pindaya (Golden cave) per poi trascorrere gli ultimi due o tre giorni in meritato relax al mare, a Ngapali beach, sul Golfo del Bengala.

Mar Rosso: la magnifica danza dei delfini che giocano con i sub

L’estate è finalmente alle porte, e la voglia di mare si fa incalzante. Riapriamo la settimana con un bel ricordo: era il 17 aprile 2015, dopo una crociera nelle isole Brothers’, nel mare più colorato e ricco del mondo, il Mar Rosso, il gruppo di sub ArvuSub Club realizza il sogno di ogni subacqueo: un incontro ravvicinato con i delfini. Un evento molto raro, che vede i delfini avvicinarsi senza paura e giocare con i sub. L’incontro avviene dopo ore di navigazione in un mare burrascoso con onde di 4 metri, nella baia di Marsa Shoona (a pochi chilometri dall’aeroporto di Marsa Alam). E’ l’ultima immersione del viaggio, alla ricerca del leggendario Dugongo. Ecco un video meraviglioso:

#VeleggiatAdriatico: bambini e attori su un veliero alla scoperta del Galeone di Pesaro

Per tutta l’estate un veliero con attori a bordo sbarcherà nei porti dell’Adriatico per far conoscere e riscoprire la storia del “Galeone” di Pesaro, nave del fine ‘700 ancora sommersa in 3,50 metri di profondità a circa 150 metri dalla spiaggia nelle vicinanze della Palla di Pomodoro. La ciurma del veliero sarà, di settimana in settimana – a partire dal 25 giugno – composta da bambini e ragazzi, abili e diversamente abili (dagli 8 ai 14 anni).

Allerta plastica: “Love your sea”, domenica 28 febbraio a Sottomarina

Love your sea. Sì, prendi il mare. Guardalo bene: sta diventando di plastica. E, purtroppo, non è solo un modo di dire: come riportato da una ricerca dell’Università di Cadice e Barcellona, nel solo bacino del Mar Mediterraneo sono presenti ben 1000 tonnellate di plastica galleggiante, la cui quantità, secondo la rivista Science è stimata a raddoppiare entro il 2025. Nel 2050 avremo più plastica che pesci.
Ma la situazione è gravissima già oggi: vantiamo infatti il primato del Great Pacific Gardbage Patch, un’immensa massa di spazzatura che vaga nell’Oceano Pacifico (e anche in quello Atlantico). In pratica: oltre 21 mila tonnellate di microplastica (formate per lo più da palline di polistirolo, pezzettini di nylon, tappi di bottiglia) in un’area di qualche milione di km quadrati.