Mehret Tewolde, “nata in Eritrea, da Eduardo ho imparato l’autostima e il rispetto”

Mehret Tewolde è nata in Eritrea e vive a Roma da 40 anni. E’ una donna affermata, con grande esperienza in campo finanziario, ora dirigente presso Italia Africa Business Week. E’ arrivata Leggi tutto »

In Sud Sudan rilasciati altri 128 bambini soldato. Obiettivo dell’Unicef: 19.000 in tre anni

Più di 100 bambini sono stati rilasciati da due gruppi armati in Sud Sudan, portando quest’anno il numero totale di minorenni liberati ad oltre 900. Questa è stata la quarta cerimonia di Leggi tutto »

Val D’Aosta: a piedi nudi nel parco sensoriale. E’ il primo percorso di “barefooting”

(di Margherita Vetrano) – In Val D’Aosta, non lontano da Courmayeur, c’è un parco molto speciale, dove si può vivere un’esperienza sensoriale unica. Immerso nel verde, costeggiato dalla Dora Baltea, il parco Leggi tutto »

In Trentino il co-housing per anziani (insieme ai giovani) funziona e allunga la vita

(di Maria Ilaria De Bonis) – Dalla Casa alla Vela, nata nel 2014, prima matrice di co-housing per anziani in Trentino, fino a Casa Cles sui monti della Val di Non, l’idea Leggi tutto »

Il Kefir d’acqua, un toccasana per la salute: come si prepara (quasi gratis) e i benefici

(di Patrizia Caiffa) – Scopro il Kefir d’acqua a casa di un caro amico ed è amore al primo sorso. Il Kefir è una bevanda “magica” custodita gelosamente per secoli dai popoli Leggi tutto »

 

Mehret Tewolde, “nata in Eritrea, da Eduardo ho imparato l’autostima e il rispetto”

Mehret Tewolde è nata in Eritrea e vive a Roma da 40 anni. E’ una donna affermata, con grande esperienza in campo finanziario, ora dirigente presso Italia Africa Business Week. E’ arrivata in Italia da ragazzina, dopo che la madre Hiwet, rimasta vedova, è stata costretta a lasciare Asmara a causa del conflitto con l’Etiopia, nel 1974. Una ragazzina che ha avuto la fortuna di vivere per cinque lunghi anni a casa di un grande maestro: Eduardo De Filippo.

Libri: “Oscenità interiori” di Guido Zingari, un pensiero filosofico e una voce civile

(di Filippo Bocci) – Guido Zingari, scomparso durante il terremoto dell’Aquila del 2009, ha insegnato a Roma Filosofia del linguaggio e Istituzioni di filosofia, ed è stato un uomo di cultura difficile da inquadrare nel panorama accademico italiano. Le Edizioni Haiku lo riscoprono con il volume Oscenità interiori e altri saggi, dove il suo pensiero si delinea in uno stile che, afferma Marco Caponera nell’introduzione, “è anche il suo marchio di fabbrica … egli scrive in maniera erudita e precisa, con largo uso di aggettivi e incisi che servono al lettore per calarsi nel gergo filosofico senza traumi eccessivi”.

In Sud Sudan rilasciati altri 128 bambini soldato. Obiettivo dell’Unicef: 19.000 in tre anni

Più di 100 bambini sono stati rilasciati da due gruppi armati in Sud Sudan, portando quest’anno il numero totale di minorenni liberati ad oltre 900. Questa è stata la quarta cerimonia di rilascio nel 2018 e, come i due eventi precedenti, si è svolta nella città di Yambio, nel sud del paese. Ulteriori rilasci sono previsti nei prossimi mesi.

Val D’Aosta: a piedi nudi nel parco sensoriale. E’ il primo percorso di “barefooting”

(di Margherita Vetrano) – In Val D’Aosta, non lontano da Courmayeur, c’è un parco molto speciale, dove si può vivere un’esperienza sensoriale unica. Immerso nel verde, costeggiato dalla Dora Baltea, il parco di Morgex offre l’opportunità di camminare a piedi nudi su un sentiero composto di diversi materiali.

Mauritania: la storia di Habi, da ex schiava a candidata alle prossime elezioni di settembre

(di Cornelia I. Toelgyes – Africa-express) – Habi Mint Rabah è una delle molte candidate alle prossime elezioni legislative, che si svolgeranno in Mauritania il 1° settembre 2018. Habi milita nelle fila dell’ IRA-Mauritanie, acronimo per Initiative pour la résurgence du mouvement abolitionniste, un movimento antischiavista e lei stessa è una ex schiava, ciò che fa di lei un’aspirante parlamentare d’eccezione.

La pubblicità dell’azienda vinicola Astoria contro il razzismo: “dovevamo reagire”

(di Maria Ilaria De Bonis) – Alla fine i proprietari dell’azienda vinicola Astoria, in Veneto, non ce l’hanno più fatta a trattenersi, a non schierarsi. A non dire, a colpi di parole e immagini, che sono stufi di razzismo e intolleranza xenofoba. Ed è per questo che hanno sentito l’esigenza di comprare una pagina pubblicitaria su un quotidiano nazionale.

In Trentino il co-housing per anziani (insieme ai giovani) funziona e allunga la vita

(di Maria Ilaria De Bonis) – Dalla Casa alla Vela, nata nel 2014, prima matrice di co-housing per anziani in Trentino, fino a Casa Cles sui monti della Val di Non, l’idea di convivenza tra persone della stessa età, superati i 70 anni, si perfeziona. Avvicinandosi sempre di più al concetto nordeuropeo di autogestione. 

Roma: il libro di Stefano Caviglia per la rinascita del Tevere e il risveglio delle coscienze

(di Filippo Bocci)Stefano Caviglia è giornalista di razza. Lavora a Panorama, e prima ancora ha scritto per altre testate come L’Indipendente e Repubblica. Mettiamoci sopra la sua passione per la storia e l’amore per la città eterna, e il prodotto finale è un prezioso volume intitolato A proposito del Tevere. Storia, bellezza e futuro del fiume che ha fatto grande Roma, da poco pubblicato per edizioni Intra Moenia, dove al rigore professionale accosta eccellenti doti di narratore.