Roma, al mercato Trieste tre amiche si reinventano con abiti vintage e artigianato

Già l’etimologia del nome “Le Mercatanti“, dal verbo “mercatare” in latino volgare, evoca donne d’altri tempi che commerciano oggetti antichi o realizzati a mano. Scambi che hanno come protagoniste le persone e non le Leggi tutto »

Notizie dal mondo degli “invisibili”: a Roma due storie di bellezza, coraggio e dignità

C’è un mondo che si cerca di non conoscere, spesso di non vedere. Un mondo che esiste ma rimane invisibile agli sguardi dei più perché infastidisce, disturba o, peggio ancora, spaventa. Stiamo Leggi tutto »

L’altro volto di Cuba: non solo spiagge, musica e rivoluzione

Riproponiamo un ricordo di Cuba e dei cubani a pochi giorni dalla morte di Fidel Castro, il 25 novembre 2016. Leggi tutto »

#dallapartedinice una webserie per raccontare i diritti delle bambine e donne africane

Oggi, 25 novembre, si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. E’ l’occasione giusta per parlare del progetto #dallapartedinice, che punta dritto il riflettore sulle donne e Leggi tutto »

Lo zafferano di Ragusa, migranti e italiani insieme per un’azienda agricola slow food e bio

“Il mese di novembre si tinge di viola a contrada Magnì” dice lo slogan mediocremente poetico inventato per invitare volontari di Ragusa e dintorni a condividere la raccolta di zafferano. È uno di quei Leggi tutto »

 

Roma, al mercato Trieste tre amiche si reinventano con abiti vintage e artigianato

Già l’etimologia del nome “Le Mercatanti“, dal verbo “mercatare” in latino volgare, evoca donne d’altri tempi che commerciano oggetti antichi o realizzati a mano. Scambi che hanno come protagoniste le persone e non le cose. L’incontro e la fiducia che dovrebbero costituire l’anima del rapporto tra cliente e commerciante e non il mero consumismo fine a se stesso. E’ la sensazione che coglie chi visita il nuovo stand inaugurato il 25 novembre 2016 nello storico Mercato Trieste (via Chiana, 109) di Roma, una boutique che propone abbigliamento vintage, usato, capi nuovi, borse ed accessori artigianali. Una nuova opportunità per chi ha perso o lasciato un lavoro fisso opprimente e ha voluto reinventarsi la vita in maniera creativa.

Notizie dal mondo degli “invisibili”: a Roma due storie di bellezza, coraggio e dignità

C’è un mondo che si cerca di non conoscere, spesso di non vedere. Un mondo che esiste ma rimane invisibile agli sguardi dei più perché infastidisce, disturba o, peggio ancora, spaventa. Stiamo parlando dei poveri, dei meno abbienti, dei clochards, degli ultimi che rimarranno ultimi.

L’altro volto di Cuba: non solo spiagge, musica e rivoluzione

Riproponiamo un ricordo di Cuba e dei cubani a pochi giorni dalla morte di Fidel Castro, il 25 novembre 2016.

#dallapartedinice una webserie per raccontare i diritti delle bambine e donne africane

Oggi, 25 novembre, si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. E’ l’occasione giusta per parlare del progetto #dallapartedinice, che punta dritto il riflettore sulle donne e bambine africane, per creare un filo narrativo tra l’Africa e l’Italia. L’idea è di realizzare una webserie in sette puntate dedicate alle storie vere e positive di sette bambine, donne africane che hanno detto no a mutilazioni genitali, violenze, soprusi. E per realizzarla è in corso un crowdfunding  aperto a chiunque voglia diventare un produttore dal basso di questo progetto. 

Lo zafferano di Ragusa, migranti e italiani insieme per un’azienda agricola slow food e bio

“Il mese di novembre si tinge di viola a contrada Magnì” dice lo slogan mediocremente poetico inventato per invitare volontari di Ragusa e dintorni a condividere la raccolta di zafferano. È uno di quei momenti della giornata che pochi amano frequentare. La raccolta dello zafferano va compiuta all’alba, prendendo d’anticipo il calore del sole che schiude i fiori e intacca le proprietà organolettiche del prodotto finale.

Cinema d’autore: “Hedi”, la rivoluzione tunisina e l’identità maschile allo specchio

Sarà difficile trovare nelle sale italiane pronte per i “cinepanettoni” natalizi un film di qualità come “Hedi“, una gentile e profonda pellicola del regista tunisino Mohammed Ben Attia, film rivelazione della Berlinale 2016 e Orso d’argento al protagonista Majd Mastoura come miglior interprete. E’ coprodotto da Dora Bouchoucha e dai fratelli Jean Pierre e Luc Dardenne. A Roma è arrivato grazie al Med film festival 2016 già concluso, ma gli appassionati di cinema d’autore riusciranno sicuramente a scovarlo.

Telestrada press, il primo giornale di strada realizzato in Sicilia da persone senza dimora

TeleStrada press è il primo, e anche l’unico al momento, “giornale di strada” siciliano.  La redazione di TeleStrada Press è composta da un gruppo di persone senza dimora o in condizione di povertà e disagio, che si trovano ospitate presso la casa di accoglienza “Locanda del Samaritano” gestita dai Missionari Vincenziani di Catania, coordinate dal direttore responsabile, la giornalista Gabriella Virgillito e da un team di volontari.